"Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perchè i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti." (G. K. Chesterton)



lunedì 27 maggio 2013

Ritorno bagnato, ritorno fortunato!

“Il ritorno è un'emozione diversa... E' un regalo in parte scartato, ma ancora ricco di aspettative e responsabilità.....” Così recitava la mia pagina Facebook sabato 25 maggio, poco prima di partire per la biblioteca “Villa Braghieri”, dove avevo l’onore di chiudere l’edizione 2013 del Festival letterario “Fantalibrando”. Un ritorno, il mio, più che piacevole, perché orientato verso quella che sta diventando la mia seconda casa: Castel San Giovanni. L’anno scorso, avevo avuto la graditissima sorpresa di essere invitato ad aprire una serie di letture animate e presentazioni di autori per bambini proprio nella magica cornice di “Villa Braghieri”. Un pomeriggio fatato, che mi è rimasto nel cuore. Poco tempo fa, inoltre, ero stato ospite della “Settimana della lettura” della scuola primaria di Castel San Giovanni, per una giornata così ricca di fantasia da sembrare un sogno. Ed ora? Un compito così importante e di responsabilità: chiudere un Festival letterario! La pioggia insistente che ha accarezzato (a volte bruscamente) il nostro pomeriggio non prometteva niente di buono…
Ma quando ho rivisto Villa Braghieri, Ada, Cesare, Cristina, e tutte le persone che curano e tengono sempre viva e vociante la biblioteca, mi è passata ogni paura. Per festeggiare la bella riuscita del Festival c’è stata la premiazione dei libri illustrati realizzati dai bambini della scuola primaria: per l’impegno, la fantasia, la morale raccontata nella storia, ogni classe ha ricevuto un attestato ed un premio speciale. E poi? Poi toccava me… Le gambe mi facevano Giacomo Giacomo… (tralasciando la battuta molto “british”) Mi sono alzato, ho iniziato a raccontare “Toppy, un moscerino dal cuore grande”, e subito si è svelata quella magia che solo le favole sanno compiere. Bambini, genitori e maestre: tutti insieme per vivere l’avventura di questi due coraggiosi moscerini, uniti in un ascoltare attento e brillante. Davanti a così tante persone la voce all’inizio trema un po’, qualche parola s’inceppa e inciampa, ma presto la favola scaccia la paura e coinvolge la fantasia.
E’ stato bello incontrare bambini educati e curiosi, è stato interessante ascoltare le storie di genitori che amano la lettura e la promuovono, ed è stato importante ascoltare maestre che mi raccontavano come realizzare quei libri abbia cancellato differenze e difficoltà nelle loro classi. Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno lavorato per questa giornata (e per la realizzazione di tutto il Festival) per nome, ma quando sono molto emozionato la mia memoria si prende una vacanza, e mi lascia senza i ricordi più semplici. Grazie a tutti, dal primo all’ultimo: ai responsabili della biblioteca (che mi hanno concesso anche una visita speciale della villa), alle mamme che dedicano il loro tempo al progetto “Leggi che ti passa” con impegno gratuito ma infinito (è bello riscoprire la bellezza di questo volontariato così ricco di passione), alle maestre che credono ancora nelle favole e nel loro valore pedagogico e sociale, a tutti i bambini ed i genitori che hanno sfidato la pioggia ed il vento gelido per venire ad ascoltare l’avventura di Toppy e Zippy, alla mia casa editrice, per avermi supportato anche in questo viaggio, e a Max, assistente e fotografo paziente e disponibile.
Un grazie a parte va al signor Nicola, proprietario della libreria “Puma”, sponsor illuminato di iniziative artistiche e culturali dedicate ai giovani lettori. Il suo impegno e la sua passione nel promuovere la lettura riescono sempre a sorprendermi. Grazie molte, davvero. Alla prossima!

P.S. I miei libri sono in vendita presso la libreria “Puma”, sita in Corso Matteotti 43/a, Castel San Giovanni (PC).

Nessun commento:

Posta un commento

E tu, cosa ne pensi?