"Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perchè i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti." (G. K. Chesterton)



giovedì 26 gennaio 2012

Toppy e Gino nelle scuole

“Toppy, un moscerino dal cuore grande” ha deciso di continuare a gironzolare per le librerie: sarà geloso di “Gino e la Vecchia Consigliera”? Non lo so, però non ha nessuna intenzione di farsi superare da questi girini coraggiosi… Sapete, questi moscerini sono un po’ permalosi, vorrebbero la scena tutta per loro!
Con il suo volo, Toppy, ha saputo regalarmi una sorpresa bellissima: è stato scelto come lettura integrativa in alcune scuole primarie. Questo è per me un regalo immenso perché, attraverso questa favola, posso raccontare ai più piccoli dei valori che ritengo fondamentali, quali l’amicizia, la solidarietà, il rispetto… Non posso scordare quando ero io dietro ai banchi delle elementari, tutto intento a leggere “Cipì”, quel piccolo grande capolavoro di Mario Lodi.
 
Mentre ringrazio ancora le maestre che lo hanno scelto, vi lascio alcuni contatti utili, proprio nel caso in cui si decidesse di adottarli in una scuola. Ricordo che si tratta di testi particolarmente indicati tra la prima e la terza classe della scuola primaria.
Grazie davvero e… Buona lettura a tutti!


“Gino e la Vecchia Consigliera”            “Toppy, un moscerino dal cuore grande”
Giacomo Bertoni                                  Giacomo Bertoni         
EdiGio’                                                EdiGio’
ISBN: 978-88-6205-435-5                 ISBN: 978-88-6205-217-7



E’ possibile acquistare “Toppy, un moscerino dal cuore grande” e “Gino e la Vecchia Consigliera” presso qualsiasi libreria (o cartolibreria) italiana (titoli presenti anche su tutte le librerie online: ibs, la feltrinelli, webster, etc...). Per ulteriori informazioni/ordini è possibile contattare direttamente i distributori:




Ora "Il parco di Giacomo" è anche su facebook: www.facebook.com/ilparcodigiacomo!

Nessun commento:

Posta un commento

E tu, cosa ne pensi?